Questa tavola di identificazione dei punzoni su dagherrotipo usa un sistema di classificazione flessibile ed aperto ai contributi di collezionisti privati e curatori di musei. L'idea è quella di proporre un modello unificato di classificazione internazionale per i punzoni su dagherrotipo. La proposta nasce dalle esperienze di studio, ricerca e collezionismo sviluppate da G. Chiesa e P.Gosio. Maggiori informazioni sui  criteri di riferimento e sulla struttura dei codici di classificazione qui adottati si trovano su
[questo link].
Questa è una pagina di consultazione aperta alla collaborazione di tutti. Qui sono pubblicate le schede sintetiche con grafica filigranata e dimensioni ridotte. La grafica in alta risoluzione e le immagini fotografiche dei punzoni sono pubblicate sul libro:
Dagherrotipia, Ambrotipia, Ferrotipia. Positivi unici e processi antichi nel ritratto fotografico

http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/cataloghi-arte/dagherrotipia-ambrotipia-ferrotipia.html

This identification table for Daguerreotype Hallmarks uses a flexible classification system open to contributions from private collectors and museum curators. The idea is to propose a unified international classification model to give a single code to each Daguerreotype Hallmark. The proposal arises from the experience of study, research and collection developed by G.Chiesa and P.Gosio. More information on  guidelines and structure of classification codes adopted here to classify the hallmarks is at [this link].
This is a consultation page,  open to the collaboration of all. Here are published synthetic record with small watermarked pictures. High resolution graphics and photographic reproductions of the hallmarks are published on the book:

Dagherrotipia, Ambrotipia, Ferrotipia. Positivi unici e processi antichi nel ritratto fotografico (Sorry, only in Italian laguage)
http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/cataloghi-arte/dagherrotipia-ambrotipia-ferrotipia.html

20MAAE     
20 Mass Askew Engraved.
20 massa disallineato inciso.
Inciso con due punzoni separati. Le prime lastre per dagherrotipia erano generalmente massicce e caratterizzate dall'elevata massa d'argento.
20MARI       
20 Mass Rectangle Inscribed.
20 massa inscritto in rettangolo.
Differisce dal precedente perché eseguito con punzone al negativo, cioè il rettangolo affonda nella piastra, mentre il numero è in rilievo; le due cifre sono allineate.
20MAUM  (Rinhart n.48)       
20 Mass Underscored M.
20 massa M sottolineata, inscritto in rettangolo stondato.
Produttore sconosciuto, forse francese, lastra con massa 20. Anno 1845 circa.
30MAAE-1       
30 Mass Askew Engraved, variant 1.
30 massa disallineato inciso, variante 1.
Inciso con due punzoni separati, vedere anche: 20MAAE e 40MAAE,
30MAAE-2       
30 Mass Askew Engraved, variant 2.
30 massa disallineato inciso, variante 2.
Area Centro Europa, 1845 ca. Inciso forse con due punzoni separati. Associato a BLETEN-2.
30MADD       
30 Mass Double Dish.
30 massa inscritto in doppio disco.
Esempio con tracce di rossetto da gioielliere.
30MAIR-1       
30 Mass Inscribed in Rectangle, variant 1.
30 massa inscritto in rettangolo, variante 1.
Impresso in rettangolo stondato.
30MAIR-2       
30 Mass Inscribed in Rectangle, variant 2.
30 massa inscritto in rettangolo, variante 2.
Cifra 3 con profilo a curva.
30MAMI       
30 Mass M Inscribed.
30 massa M a tridente, inscritto in rettangolo stondato.
Anni intorno al 1842, area centro Europa.
30MAOI-1       
30 Mass Oval Inscribed, variant 1.
30 massa inscritto in ovale, variante 1.
Caratterizzato da un 3 ben profilato, con grazie in alto.
30MAOI-2       
30 Mass Oval Inscribed, variant 2.
30 massa inscritto in ovale, variante 2.
Caratterizzato da un 3 massiccio, senza grazie.
30MMDI       
30 Mass M Dotted Inscribed.
30 massa M puntato, inscritto in rettangolo stondato.
 
30MMEI       
30 Mass ME Inscribed.
30 massa ME, inscritto in rettangolo stondato.
"ME" sta forse per il termine francese 'masse' il che fa presumere la Francia come area di provenienza.
40FL4E       
40 Flower 4 Ends.
40 massa, inscritto in fiore a quattro punte.
Area francese, anni precedenti il 1850.
40MAAE       
40 Mass Askew Engraved.
40 massa disallineato inciso.
Inciso con due punzoni separati. Vedere anche: 20MAAE, 30MAAE.
40MAAF       
40 Mass Askew Fat.
40 massa disallineato paffuto.
Apparente deformazione di 40MAAE, ma rilevato in varie ricorrenze sempre in questa peculiare forma. Spesso risulta manchevole l’apice della cifra "0".
40MAAI       
40 Mass Askew Inscribed.
40 massa disallineato, inscritto in rettangolo smussato.
 
40MADI-1       
40 Mass Dish Inscribed, variant 1.
40 massa inscritto in disco, variante 1.
Cifra quattro aperta.
40MADI-2       
40 Mass Dish Inscribed, variant 2.
40 massa inscritto in disco, variante 2.
Cifra quattro chiusa.
40MAEG       
40 Mass Elliptical Grid.
40 massa, inscritto in ellissecon fondo a griglia.
 
40MAEI       
40 Mass elliptical Inscribed.
40 massa, inscritto in ellisse.
 
40MAEN       
40 Mass Engraved.
40 massa inciso, area francese anni, 1845-1850 c.a.
 
40MAIN   (Rinhart n.4d)       
40 Mass Ingot Inscribed.
40 massa M, inscritto in figura con profilo a lingotto.
 
40MAMD-1       
40 Mass M Dotted, variant 1.
40 massa M puntato, inscritto in rettangolo smussato.
 
40MAMD-2       
40 Mass M Dotted, variant 2.
40 massa M puntato, variante 2, inscritto in rettangolo smussato.
Disco grande sotto la lettera M, cifra quattro fusa con lo zero.
40MAMI       
40 Mass M Inscribed.
40 massa M, inscritto in rettangolo smussato.
 
40MAOI       
40 Mass Octagon Inscribed.
40 massa inscritto in ottagono.
Caratterizzato da un 4 chiuso, massiccio, con grazie. Produzione di area francese intorno agli anni 1845.
40MARI-1       
40 Mass Rectangle Inscribed, variant 1.
40 massa inscritto in rettangolo, variante 1.
Caratterizzato da un 4 chiuso; ben profilato, con segmento trasversale del 4 disallineato
40MARI-2       
40 Mass Rectangle Inscribed, variant 2.
40 massa inscritto in rettangolo, variante 2.
Caratterizzato da un 4 chiuso e massiccio.
40MARI-3       
40 Mass Rectangle Inscribed, variant 3.
40 massa inscritto in rettangolo, variante 3.
Caratterizzato da un 4 aperto, senza grazie al piede.
40MARI-4       
40 Mass Rectangle Inscribed, variant 4.
40 massa inscritto in rettangolo, variante 4.
Caratterizzato da un 4 aperto, con grazie al piede e segmento trasversale del 4 disallineato.
40MEFN  (Rinhart n.14)       
40 ME F.N.
40 ME F.N. puntato, inscritto in rettangolo stondato.
Fabbricante di lastre, probabilmente francese, 1847 circa.
40MMEI       
40 ME Inscribed.
40 ME, inscritto in rettangolo stondato.
Fabbricante di lastre francese, assimilabile alla medesima provenienza del 30MMEI.
40MRAS       
40 Mass Radiant Sun.
40 Massa in sole radiante.
Raggi molto fini e massa in negativo, la cifra risulta di scarsa leggibilità.
60MADI  (Rinhart n.47)       
60 Mass Dish Inscribed.
60 Massa inscritto in disco.
Produttore sconosciuto, lastra economica con massa 60. Punzone presente su piastre prodotte intorno all'anno 1850.
AB&PRI  (Rinhart n.1)
      
AB & P Rectangle Inscribed.
A.B. & P. inscritto in rettangolo.
Alexander Beckers e Victor Piard furono in attività come soci a New York dal 1849 al 1858.
ABADIE       
Abadie.
Martin d'Ossonne Abadie.
dagherrotipista originario di Parigi. Attivo a Mosca tra gli anni 1850 e 1855. Studio nel quartiere Petrovskiy, palazzo Reshëtnikova all'angolo col vicolo Tsum. Thanks to Bálint Flesch.
ABDOTT       
A.B.dotted.
"A.B." puntato, punzone diretto positivo.
Produttore di lastre probabilmente americano.
ABRESCH       
Abresch.
 
Abresch, dagherrotipista probabilmente tedesco, forse area di Dresda. Anni intorno al 1845.
AGBR40  (Rinhart n.2)       
Asterisk Gaudin Breveté 40.
Asterisco Gaudin Breveté 40.
 
AGDO20       
Asterisk Gaudin Doublé 20.
Asterisco Gaudin Doublé 20.
 
AGDO30       
Asterisk Gaudin Doublé 30.
Asterisco Gaudin Doublé 30.
 
AGDO40       
Asterisk Gaudin Doublé 40.
Asterisco Gaudin Doublé 40.
I fratelli francesi Alexis Gaudin e Marc Antoine Gaudin produssero materiali per dagherrotipia a Parigi dal 1844. Lastra largamente importata e diffusa anche in America. La variante più diffusa risulta quella con massa 40; rara la variante di massa 30 e rarissima la variante di massa 20.
AJPD30       
Asterisk JP Doublé 30.
Asterisco JP doublé, massa 30.
 
AJPD40  (Rinhart n.29)       
Asterisk JP Doublé 40.
Asterisco JP doublé, massa 40.
Fabbricante di lastre probabilmente francese. Questo marchio si presta ad essere confuso con i punzoni di Gaudin, ai quali si richiama in modo evidente. Il terreno stilizzato sotto alle zampe è più corposo e pare di scorgere un punto in posizione centrata. Anche le cifre che indicano la massa argento hanno un aspetto diverso dal precedente.
AMOOCI  (Rinhart n.4b)       
A Crescent Moon.
"A" in falce di luna crescente.
Periodo circa dal 1848 al 1850.
ANSON  (Rinhart n.3)       
Anson.
Rufus P. Anson.
Fu dagherrotipista a New York, in Brodway, dal 1852 al n.633, poi al n.589. Il suo punzone appare spesso associato al punzone del fabbricante francese N.P. Lerebours (Nicolas Marie Paymal, vedere codice NP40OI). Anni 1849-1857 circa.
ANTHONY  (Rinhart n.4c)       
Anthony.
Edward Anthony, Co. N.Y.
Commerciante e fabbricante di forniture fotografiche, specializzato nella produzione di astucci e riquadri mat. In attività dal 1847. Nel 1850 aveva in catalogo le lastre; Crescent, Star, Phoenix, Scovills e French. Nel 1854 le lastre: Scovills, French Star, Triple Star, HB, Christofle. Commercializzò anche lastre per dagherrotipia con il proprio punzone.
AS4SAI       
Asterisk 4 Sectors Arrows Inscribed.
Asterisco 4 settori a frecce convergenti inscritte in disco.
 
AS6SAI       
Asterisk 6 Sectors Arrows Inscribed.
Asterisco 6 settori a frecce convergenti inscritte in disco.
 
AS6SDE       
Asterisk 6 Sectors Dish Engraved.
Asterisco 6 settori inscritti in disco.
Anni compresi tra il 1843 ed il 1850 circa.
AS6SPE       
Asterisk 6 Sectors Petals Engraved.
Asterisco 6 settori incisi in forma di petali.
Anni compresi tra il 1843 ed il 1850 circa.
AS6STE  (Rinhart n.21)       
Asterick 6 Sectors Tears.
Asterisco a sei settori a forma di goccia stilizzata.
Caratteristico dei punzoni A.Gaudin (AJPD40) e JP agnello (AJPD40). Questa è la forma più comunemente diffusa, mentre le precedenti appaiono come più antiche. I punzoni generalmente classificati da curatori e restauratori di dagherrotipi come Asterisco (Asterisk) sono presenti su piastre di vari periodi, fin verso il 1858 circa. Il simbolo può comparire isolatamente, oppure associato al punzone di marcatura della massa d'argento. Compare anche accanto ai marchi di fabbricazione, importazione o del dagherrotipista. Non sempre è facile distinguere tra le varianti a causa delle deformazioni subite.
ASRSSE       
Asterisk Radiant Sun Split Ends.
Asterisco a sole radiante con raggi sdoppiati.
Al centro è presente un simbolo ancora da identificare.
ASSCAI  (Rinhart n.4d)       
A Radiant Sun.
"A" in doppio cerchio stellato.
Periodo compreso tra il 1850 e 1855 circa. Identificato da Rinhart, che segnala la presenza di una "S" impressa accanto alla "A" nelle lastre post 1853.
ASSTAE  (Rinhart n.4a)       
A Star Circle.
A in stella inscritta in cerchio.
Identificato da Rinhart. Periodo: anni tra il 1847 ed il 1848 circa.
BALCCD       
Balance, CC in Diamond.
CC puntato con bilancia inscritta in diamante.
Punzone associato al marchio lineare alfabetico Christofle. La puntatura non segue le lettere, ma è posta ai margini sinistro e destro del diamante. Due asterischi sovrapposti al centro, simili al AS6STE. Stelline nell'angolo superiore.
BALFCR       
Balance, FC in Rectangle.
F puntato C, tra i piatti di una bilancia, inscritto in rettangolo ad angoli arrotondati.
Produttore francese, forse area di Nantes, Bretagna, Francia, 1845 circa.
BCREIN       
B C Rectangle Inscribed.
B C lettere iniziali inscritte in rettangolo.
Area centro Europa.
BECKEL       
Beckel.
 
Punzone che può essere attribuito ai fratelli Beckel, operanti in New York. Anni tra il 1845 e 1850 circa.
BELLOC       
Belloc.
Joseph Auguste Belloc.
Dagherrotipista parigino attivo dal 1851. Noto per le riprese fotografiche di nudo, anche in stereoscopia, particolarmente audaci per l'epoca e finemente colorate.
BERTRAND       
Bertrand.
Alexandre Bertrand.
Punzone inciso in forma di firma di Alexandre Bertrand, dagherrotipista francese operante a Parigi in rue Dauphine 34 dal 1853. Anno 1855 circa. Bertrand proseguì la produzione di dagherrotipi fino al 1860 circa, accanto agli altri processi su vetro e su carta. Scomparse in coincidenza con l'assedio prussiano di Parigi del 1871.
BERUBET       
Berubet.
 
Punzone inciso in forma di firma in carattere corsivo di Berubet, dagherrotipista operante a Clermon-Ferrand. Questa tipologia di punzone positivo in forma di firma corsiva fu adottata da molti dagherrotipisti francesi fino verso l'anno 1860.
BEYER       
Beyer.
Karol Beyer.

Dagherrotipista polacco operante a Varsavia negli anni intorno al 1850. Karol Beyer (Warsaw 1818-1877). Lo studio fu in attività dal 1845 al 1869. Punzone unico disposto su due linee sovrapposte. Indirizzo dello studio fotografico: Warszawie, Palacu JW Hr.Zamojskich. Approfondimento: http://pozytywy.com/artykuly/4064-karol-beyer-zapomniany-warszawiak.
Thanks to Bálint Flesch.

BFD40I  (Rinhart n.7)       
BF Dotted 40 Inscribed.
B.F. puntato, massa 40,
inscritto in ottagono allungato. Benjamin French, attivo a Boston nel 1854. Registrato fino dal 1848 come commerciante di materiali fotografici.
BINSSE  (Rinhart n.32)       
Binsse.
L.B. Binsse & C° N.Y.
Louis B. Binsse & C° risulta registrato come fornitore di materiali e lastre per dagherrotipia a New York City, N.Y., tra gli anni 1843 e 1845. Nel 1843, l'azienda è registrata in Beech Street al n.40. Negli anni tra il 1844 ed il 1845, l'indirizzo diviene il n.83 di William Street.
BISHOP       
Bishop.
Louis L. Bishop.
Di origine parigina, inizia ad operare all'indirizzo Broadway n. 285 dal 1845. Nome americanizzato anche come Lewis. Bishop fu importatore e commerciante di lastre, apparati e prodotti chimici per dagherrotipia a New York City, N.Y., tra il 1845 ed il 1848. Effettuava lavorazioni di doratura ed argentatura, per cui può anche avere prodotto lastre in proprio. Tra il 1847 e fino al 1848 risulta come importatore al n.12 di Maiden Lane.
BLEICC       
B Letter Inscribed Clipped Corners.
B lettera, inscritta in rettangolo con angoli ritagliati concavi.
Punzone negativo in riquadro. Fabbricante di lastre sconosciuto, forse di area inglese, attivo prima all'anno 1850.
BLEIDR  (Rinhart n.6)       
B Letter Inscribed Dabbed Rectangle
B lettera inscritta in rettangolo con fondo picchiettato.
Punzone negativo in riquadro con sfondo spianato a colpi di bulino. Fabbricante di lastre sconosciuto probabilmente europeo, attivo intorno all'anno 1850.
BLETEN-1  (Rinhart n.5)       
B Letter Engraved, variant 1.
B lettera incisa con semplice punzone positivo, variante 1.
Fabbricante di lastre europeo non identificato, databile intorno all'anno 1841.
BLETEN-2       
B Letter Engraved, variant 2.
B lettera incisa con semplice punzone positivo, variante 2.
Fabbricante di lastre Centro Europeo, 1845 ca. Associato a 30MAAE-2.
BMONOG       
B Monogram.
Monogramma B associato a lettera
Di difficile interpretazione, forse A oppure N. Rilevato su lastre di provenienza Centro Europea (Belgio e Olanda). Anni intorno al 1845.
BRASSART       
Brassart.
Brassart Auguste.
Collaborò con Daguerre fino dal 1838, ottenendo le prime lastre di massa 40. In seguito si impegnò nell'esercito e nella politica. Nel 1853 emigrò in America. Lavorò nella produzione di lastre per Holmes, Booth e Haydens, Waterbury, Conn. fino al 1867. Operò poi come fotografo in Naugatuck, Conn.
BUTLER       
Butler.
William H. Butler.
Dagherrotipista e commerciante di forniture fotografiche in New York. Attivo dal 1843 circa, acquisì la "Plumbe's National Daguerreian Gallery" in N.Y. nel 1850 ca.
CADBJD       
Caduceus BJ Doublé.
BJ con bastone caduceo inscritto in doppio scudo sannitico sovrastato dalla scritta DOUBLÉ. B caduceus J.
Marchio europeo particolarmente raro, periodo degli anni precedenti il 1850. Il simbolo medico e farmaceutico del caduceo, costituito da due serpenti che si intrecciano su di un bastone alato, è originariamente associato alla diffusione della dagherrotipia, in quanto molti tra i primi sperimentatori provenivano da ambienti scientifici ed universitari. Una variante a scudo semplice, senza scritta in testa e con le lettere E e B è stata osservata impressa su cartoncino a supporto di alcune stampe ai sali d'argento, ma non su lastra per dagherrotipia.
CADPIN       
Caduceus P INcomplete.
 
Bastone caduceo affiancato dalla lettera P e da un'altra lettera da identificare, inscritto in quadrato sovrastato dalla scritta DOUBLÉ. Periodo degli anni immediatamente successivi il 1840. Simile al precedente ma con le ali posizionate in modo differente, inscritto in quadrato.
CCHSLE       
C C H Slash Engraved.
C e C inversa con trattino, forse H. Punzone positivo.
Monogramma di incerta lettura, con doppia C: inversa e dritta, unite a formare forse una H maiuscola. Marchio molto raro, presente su lastre in area centro-europea.
CD40DI  (Rinhart n.8)       
C Dotted 40 Diamond Inscribed.
C puntato massa 40, inscritto in diamante.
Punzone databile al periodo tra gli anni 1851-1856 circa.
CHAPMAN  (Rinhart n.33)       
Chapman.
Levi Chapman.
Produttore americano di lastre, attivo in William St. n.102, NewYork, negli anni 1850-1855 circa.
CHRISTOFLE  (Rinhart n.9)       
Christofle.
Charles Christofle.
Charles Christofle (1805 - 1863), orafo ed argentiere francese. Subentrò nel 1830 nell'attività di bigiotteria e gioielleria condotta da un parente in rue de Bundy 56, Paris. Nel 1840 l'azienda aveva già dimensioni industriali ed esportava in tutto il mondo. Fu più volte premiato nel corso di esposizioni industriali parigine per le lavorazioni di doratura e argentatura in galvanoplastica eseguite con il processo di Henri de Ruolz e personalmente brevettate. Risulta essere tra i primissimi produttori di lastre per dagherrotipia. Il punzone, utilizzato dal 1845 e fino al 1862, è composto da due parti impresse separatamente. Nella prima, la scritta in stampatello maiuscolo CHRISTOFLE segue un arco sotto ad un ovale con doppia C e bilancia. In alto, cinque stelle, di cui la centrale è a sostegno della stadera, sotto la quale si osserva un serto di foglie.
CLAUDET       
Claudet.
ITALIANO
Antoine Jean Francois Claudet nacque Lyon, Francia, nel 1797. Si stabilì a Londra nel 1827, dove iniziò un'attività di commercio in materiali ottici. Allievo di Daguerre e licenziatario del suo procedimento, apportò miglioramenti alla sensibilizzazione delle lastre. Esercitò negli studi londinesi di Adelaide Gallery, Trafalgar Square, dal 1841 al 1851, ed in seguito, dal 1852 al 1858, al n.107 di Regent Street.
COEULTE       
Coeulte.
 
Dagherrotipista parigino, già dal 1852 dichiara di essere uno dei più antichi operatori fotografi della capitale francese, in Quai de la Grêve n.30. Dal 1857 circa inizia a stampare su carta da lastre al collodio. Fondatore della "Société des Photographistes". Opera poi agli indirizzi: boulevard des Filles du Calvaire 1, tra il 1859 ed il 1862; in Petite rue St. Pierre 6, nel 1863.
CORDUAN  (Rinhart n.10)       
Corduan.
 
Corduan fu tra i primi dagherrotipisti americani a produrre lastre. Fu attivo al n. 28 e 30 di Cherry St. a New York City. In seguito si associò con Perkins costituendo la Corduan & Perkins Company, 1839-1843 ca.
CRBDEN       
CRB Dotted Engraved.
C.R.B. puntato, punzone positivo.
Il marchio "C.R.B" appartiene a un produttore non identificato, precedente il 1850. probabilmente francese, talvolta associato al punzone GARANTIE.
CUPDP*       
Cup Doublé P incomplete.
Coppa Doublé P incompleto.
Punzone di produttore lastre di area probabilmente centroeuropea.
DAMME       
Damme.
 
Dagherropista tedesco. Operante a Danzica negli anni precedenti il 1850. Atelier Daguerréotyp Portraits in Glas Pavillon von C.Damme aus Berlin, Danzig, Poggenpfuhl N° 197.
DLETTE       
D Letter Engraved.
D lettera incisa con punzone positivo impresso sul dorso lastra.
Punzone positivo semplice. Fabbricante di lastre non identificato, periodo intorno all'anno 1840, rilevato in area Centro Europa.
EAGLEL  (Rinhart n.18)       
Eagle Left beak.
Aquila con becco rivolto a sinistra, inscritta in rettangolo stondato.
Questo tipo di punzone appare come variante rispetto al successivo EAGLER per il solo orientamento del becco. Questo marchio, come il seguente, risulta osservato da F.& M. Rinhart, che lo associa al fabbricante di lastre Grise, produzione dei primi anni del 1850.
EAGLER  (Rinhart n.17)       
Eagle Right beak.
Aquila con becco rivolto a destra, inscritta in rettangolo stondato.
Marchio attribuito da F.& M.Rinhart forse ai fratelli Gennert, New York. Periodo tra il 1853 ed il 1858 circa. Non si può escludere che tale marchio e quello precedente possano essere punzonature parziali o rilevamenti approssimati del punzone che segue.
EDJB40  (Rinhart n.25)       
Eagle Doublé JB 40.
Aquila e marcatura doublé, sigla JB, massa 40.
Punzone non ulteriormente identificato. Anni intorno al 1850. Sono note varianti con differente posizionamento dei punzoni di massa. Associato al 40MRAS. Negli esemplari migliori si osserva il disegno ben dettagliato dell'aquila presente nell'emblema americano, completa di tutti gli attributi grafici: scudo sul petto, artigli con ramo d'olivo e frecce.
ENSSCH       
Enslin Schreiber & C°.
 
Marchio negativo di "Enslin Schreiber & Co". Impresso in settore ad arco. Produzione dal 1853 circa.
ERDE20       
E R Dotted Engraved 20
E R puntato, inciso, massa 20
Osservato su una lastra di area centro europea.
ES&COI  (Rinhart n.12)       
ES & C° Inscribed.
E.S. & C° Inscritto in rettangolo allungato e tondo ai fianchi.
Enslin Schreiber & Co. Maiden Lane 3, New York, 1856 circa.
FORTELLE       
Fo(r)telle.
 
Punzone con dicitura inscritta in un rettangolo. Sono stati osservati solo pochissimi esemplari, incompleti, ribattuti in sovrapposizione o comunque poco leggibili. Forse di area belga.
GARANTI       
GARANTI.
 
Produttore di lastre di area francese. Anni intorno al 1850. Punzone negativo in rettangolo a spigoli arrotondati, scritta in stampatello maiuscolo.
GARANTIC       
GARANTI Cursive.
 
Produttore di lastre di area francese. Anni intorno al 1845. Punzone negativo in rettangolo a spigoli vivi, scritta in corsivo.
GARANTIE       
GARANTIE.
 
Produttore di lastre francese non ulteriormente identificato. Anni tra il 1846 ed il 1848 circa.
GARARI  (Rinhart n.16)       
GARANTIE AR Inscribed.
GARANTIE - A.R. puntato, inscritto in rettangolo smussato.
Fabbricante di lastre sconosciuto, probabilmente francese, 1850 circa.
GIROUX       
Giroux.
 
Nel 1839, Daguerre et Isidore Niépce firmarono un contratto di concessione esclusiva in favore di Alphonse Giroux, cognato di Daguerre, e di Susse Frères per la produzione e la vendita di fotocamere. Giroux fu dunque il primo produttore assoluto nel settore delle forniture per dagherrotipia. Il punzone qui rappresentato, fu impresso sui prodotti dell'azienda (cornici, astucci, medaglioni fotografici…), ma non è finora stato osservato su dagherrotipi. Pertanto è inserito in questa classificazione a puro titolo ipotetico, in segno di omaggio storico all'inventore della dagherrotipia. Una variante è priva della H in Alph. e delle due stelle.
GLETTE-1       
G Letter, variant 1.
G lettera incisa con punzone diretto positivo, in corsivo maiuscolo.
Questa versione si distingue per l'arco aperto iniziale della lettera.
GLETTE-2       
G Letter, variant 2.
G, lettera incisa con punzone diretto positivo, in corsivo maiuscolo.
Versione caratterizzata dall'arco chiuso iniziale della lettera e da una linea di abbellimento sul fianco. Si osservano differenze rispetto al punzone precedente anche nella parte bassa.
GLETTE-3       
G Letter, variant 3.
G lettera incisa con punzone diretto positivo, in corsivo minuscolo.
Lettera semplice impressa in minuscolo. Le tre varianti di questo gruppo appaiono diffuse in area Centro Europa, negli anni precedenti il 1850.
GOUIN       
Gouin.
Gouin Alexis Louis Charles Arthur.
Nato a New York e trasferitosi a Parigi per studiare Belle Arti, fu uno dei primissimi dagherrotipisti e particolarmente apprezzatto per la tecnica di coloritura. Nel 1849 con studio in rue Basse du Rempart, 50. Rue Louis le Grand 37 nel 1852. Inventore di una macchina per la lucidatura delle lastre per dagherrotipia e di un fotometro. Apprezzato fotografo di stereoscopie e studi erotici d'arte. Morì nel 1855.
GRISED  (Rinhart n.18b)       
Grise Diamond.
GRISE DOUBLÉ e diamante puntato inscritto in rettangolo.
Produzione Grise datata intorno agli anni 1845-1847.
GUILLON       
Guillon.
 
Dagherrotipista operante a Strasburgo. 44, Rue du Vieux-marché-aux-Poissons, Strasbourg. Commerciò anche in forniture fotografiche, tenendo dimostrazioni dei processi fotografici. Epoca anteriore al 1850.
GURNEY       
Gurney.
 
Geremiah Gurney fu attivo in New York circa dal 1840. Dopo il 1852 fu in società con altri, più tardi con il figlio.
HAIH40       
Hammer I. H. 40.
Martello da argentiere e sigla con lettere I e H, massa 40, inscritto in rettangolo.
Fabbricante di lastre non identificato di probabile area centro Europea.
HBE20I       
HB Eagle 20 Inscribed.
 
 
HBE30I       
HB Eagle 30 Inscribed.
 
 
HBE40I  (Rinhart n.19)       
HB Eagle 40 Inscribed.
H.B. puntato, aquila 40, inscritto in rettangolo smussato.
Fabbricante di lastre francese sconosciuto. Produzione dagli anni verso il 1850 e fino al 1858 circa. L'aquila, ad ali ripiegate, artiglia un globo ed il capo è sovrastato da una piccola stella. Sono noti punzoni con differenti indicazioni di massa: HBE20I, HBE30I e HBE40I
HBHE40  (Rinhart n.20)       
HBH Eagle 40.
H.B.H. puntato con aquila e massa 40, inscritto in rettangolo allungato e smussato.
Holmes Booth and Haydens Company, Waterbury (Connecticut), manifattura attiva dal 1853, fondata da Israel Holmes, John C. Booth, dai fratelli Hayden Hiram Washington ed Henry Hubbard e da Henry Hotchkiss.
HEDIARD       
Hediard.
 
Marchio "HEDIARD". Dennis A.Waters lo riporta come punzone rilevato sul dorso di una delle primissime lastre per dagherrotipia impiegate nella ritrattistica. La punzonatura sul dorso in rame della lastra per dagherrotipia si osserva solamente in alcuni dei primissimi esemplari europei.
HHDORI  (Rinhart n.22)       
HH Dotted Rectangle Inscribed.
H.H. puntato, inscritto in rettangolo stondato.
Fabbricante di lastre non identificato. Periodo circa 1853.
HOSSAUER       
Hossauer.
 
Produzione berlinese di lastre per dagherrotipia precedente il 1850.
HOUSSEMAINE       
  
Houssemain.
 
Marchio "HOUSSEMAINE", di regola associato a GARANTI, periodo intorno all'anno 1850.
HSDRIN  (Rinhart n.23)       
HS Dotted Rectangle Inscribed.
H.S. puntato, inscritto in rettangolo, ad angoli arrotondati. Fabbricante di lastre
Fabbricante di lastre non identificato. Forse si tratta di produzione Southworth & Hawes, Boston. Anni 1843-1847 circa. Le lettere del punzone non appaiono puntate in modo chiaramente leggibile.
HUNZIKER       
Hunziker.
Punzone negativo con dicitura inscritta in area rettangolare lievemente smussata.
Osservato su lastre di area Nord-Centro Europea. Probabilmente si tratta di un fabbricante tedesco.
IHA40E  (Rinhart n.24)       
IH Asterisk 40 E.
IH con asterisco e massa 40 E, affiancato da un disco con quadrofoglio dentellato.
Fabbricante di lastre europeo sconosciuto, periodo degli anni immediatamente successivi al 1850.
JFSS40  (Rinhart n.15 incomplete / Rinhart n.27)       
JFS Star 40.
J.F.S. con stella, massa 40, inscritto in rettangolo smussato.
Fabbricante di lastre sconosciuto, anni 1854-1859 circa. Forse è il marchio noto tra i dagherrotipisti come "French Star".
JONES  (Rinhart n.28)       
Jones.
 
Fabbricante di lastre in New York, 1848-1849 circa.
LBB&CE  (Rinhart n.31)       
LBB & Ce.
Marchio "L.B.B. & Ce".
Generalmente abbinato alla massa d'argento 20 e 40 tipo 20MARI e 40MARI-1. Produttore forse francese, attivo negli anni 1840-1843 circa. Rinhart ritiene che si tratti dei primi punzoni Binsse.
LEGRAY       
Le Gray
Gustave Le Gray
Fotografo francese (Villiers-le-Bel 1820, Il Cairo 1882). Marchio impresso su lastre del 1848 circa.
LEREBOURS       
LEREBOURS.
 
Noël Marie Paymal Lerebours in società con Marc Secretan. Fabbricante di strumenti ottici e scientifici. Place du Pont-Neuf 13, atelier in Rue de l'Est 23. Produttore e commerciante di forniture per la fotografia.
LGD40I  (Rinhart n.34)       
LG Dotted 40 inscribed.
L.G. puntato 40, inscritto in rettangolo.
Marchio "L.G. 40" non ulteriormente identificato, 1855 circa.
LLETEN       
L Letter Engraved.
L lettera incise con punzone positivo semplice.
Fabbricante di lastre non identificato, probabilmente in area Centro Europa. Periodo intorno all'anno 1840.
LLLEDE       
LL Letters Dotted Engraved.
LL lettere puntate incise con punzone diretto positivo.
Punzone rilevato in area europea.
MACHTS       
MACHTS.
Franz Machts Wien.
Argentiere viennese. Anni intorno al 1842.
MADELAIN       
Madelain
 
Marchio "Madelain" di produttore di area francese non ulteriormente identificato. Anni intorno tra il 1844 ed il 1851.
MAGIC  (Rinhart n.37)       
Magic.
Marchio "MAGIC".
Non ulteriormente identificato, 1855 circa.
MARERD  (Rinhart n.11)       
Magen ARies ER Doublé.
Magen (stella di David) e ariete affiancato dalle lettere E R, doublé.
Marchio, databile intorno all'anno 1858, simile a MBJWDI e MBNWDI. I tratti che compongono la stella a sei punte appaiono infatti a rilevo su campo ribassato. Osservato associato al punzone di massa codice 30MAIR-2.
MARJWD  (Rinhart n.30)       
Magen ARies JW Doublé.
Magen (stella di David) e ariete affiancato dalle lettere J W, doublé.
Marchio molto simile al MBNWDI. Il Punzone di massa appare sempre affiancato a destra. Periodo: anni successivi al 1845. Hallmark codificato sulla base delle indicazioni di Rinhart in "The American Daguerreotype". Ancora non osservato dagli autori di questo testo.
MARNWD       
Magen ARies NW Doublé.
Magen (stella di David) e ariete affiancato dalle lettere N W, doublé.
Marchio molto simile al MARERD da cui si distingue essenzialmente per la lettera N. Il Punzone di massa appare sempre affiancato a destra. Periodo: anni successivi al 1845. Medesima osservazione di conferma relativa al precedente hallmark.
MARPLD       
Magen ARies PL Doublé.
Magen (stella di David) e ariete affiancato dalle lettere P L, doublé.
Marchio molto simile al MARERD da cui si distingue essenzialmente per le lettere PL. Il Punzone di massa appare sempre affiancato a destra. Periodo: anni successivi al 1845. La rilevazione di punzoni quasi identici, con la sola variazione della coppia di lettere, induce a supporre che alcuni fabbricanti di lastre effettuassero produzioni personalizzate.
MCCLGE (Rinhart n.36)       
Mc Clees & Germon.
Marchio "McCLEES & GERMON", punzone positivo diretto.
Produttore di lastre e dagherrotipista in Philadelphia, negli anni 1847-1850 circa.
MDDDI  (Rinhart n.35)       
M Double Dotted Diamond Inscribed.
M e doppiamente puntato, in alto ed in basso, inscritto in diamante.
Fabbricante di lastre sconosciuto di area francese, 1844 circa.
MEADE       
Meade.
Meade Brothers Importers, New York.
I fratelli Charles e Henry Meade furono attivi in Albany, fino dal 1842. Intorno al 1850 furono distributori di forniture fotografiche a New York, fino verso il 1858 circa.
MOFFET       
Moffet.
J.G. Moffett N.Y.
Nel 1841 inizia l'attività come fornitore di materiali fotografici e importatore di lastre, al n. 121 di Prince Street, New York City, N.Y. Nel 1850 è invece registrato come fabbricante di piastre, riquadri e cornici per dagherrotipia, in Bloomfield, N.J.
MORTLEY       
Mortley.
Abram B. Mortley.
Inizialmente commerciante di prodotti per la dagherrotipia, ed in seguito fabbricante, operava in Genesee Street, Utica, New York. Fu attivo tra il 1848 ed il 1853.
MSDRIN  (Rinhart n.38)       
MS Dotted Rectangle Inscribed.
M.S. puntato inscritto in rettangolo.
Marchio "M.S." in rettangolo. Probabilmente americano, 1851-52 circa.
N&WRIN  (Rinhart n.39)       
N & W Rectangle Iscribed.
N & W. inscritto in rettangolo.
Marchio "N&W" non ulteriormente identificato, 1855 circa.
NINET       
Ninet.
ALP. NINET.
Punzone di Alphonse Ninet. Dagherrotipista parigino operante all'indirizzo in rue de Lille 37 nei primissimi anni del 1850 ed in seguito in rue Quincampoix 38. Realizzò una collezione di vedute stereoscopiche. Fu autore del manualetto: "Méthode pratique pour apprendre sans maître la photographie sur collodion pour obtenir sur papier des portraits et des vues sans retouché", pubblicato a Parigi nel 1853. Il libretto di 16 pagine, dimostra che già nel 1853 Ninet era passato alla fotografia al collodio.
NO1DIT  (Rinhart n.40)       
N° 1 Dotted Inscribed Textured.
N° 1 puntato, inscritto in rettangolo con sfondo a trama di piccoli rombi.
Forse lastra identificata dai dagherrotipisti americani come "Number One", prodotta intorno all'anno 1856.
NO10IT       
N° 10 Inscribed Textured.
N° 10 inscritto in rettangolo con sfondo a trama di piccoli rombi.
Simile al NO15IT. Molto raro, area americana.
NO15IT       
N° 15 Inscribed Textured.
N° 15 inscritto in rettangolo con sfondo a trama di piccoli rombi.
Simile al NO1DIT, ma con trama diversa. Raro, area americana.
NORTON  (Rinhart n.41)       
Norton.
Marchio "NORTON", inscritto in rettangolo.
J.W. Norton, fu attivo in Broom St. n.447, New York, 1855-1857 circa.
NP40OI  (Rinhart n.42)       
NP 40 Octagon Inscribed.
NP 40 Inscritto in ottagono.
Lastra francese nota in America anche con la denominazione generica di "French plate". Marchio costituito da un rettangolo a spigoli smussati con le lettere NP fuse tra loro, segno = seguito dal numero 40, che rappresenta il titolo d'argento della piastra. Anni 1849-1857 circa. Queste lastre appaiono legate all'azienda parigina Lerebours, specializzata in strumenti ottici e scientifici. Place du Pont-Neuf 13, atelier in Rue de l'Est 23. Il distributore a Londra fu Claudet. L'azienda fu avviata nel 1789 da Noël Jean Paymal Lerebours (1761-1840). Alla morte di Noël Paymal, subentrò il figlio Nicolas Noël Marie Paymal (1807-1873) che resse la Fabrique d'instruments d'Optique, de Physique, de Mathématiques et de Marine. N.P. Lerebours fino al 1845. Da questo anno egli si associò con Marc François Louis Secretan (1804-1867).
PECKS       
Pecks.
PECKS PATENT - APRIL 30 1850
Punzone positivo in due elementi, ciascuno dei quali veniva generalmente apposto in posizione trasversale sui due angoli della piastra. Anni immediatamente successivi al 1850. Samuel H. Peck fu dagherrotipista attivo dal 1844 in New Haven. La data corrisponde alla registrazione del suo brevetto per un famoso morsetto per lucidare le lastre per dagherrotipia. In seguito entrò in società nella Scovill Manufacturing Co.
PEMBERTON  (Rinhart n.43)       
Pemberton.
Marchio "PEMBERTON & Co CONN.".
Punzone lineare positivo. Produttore americano.
PHOENIX  (Rinhart n.44)       
Phoenix.
Phoenix, punzone positivo in cornice rettangolare dentellata.
Marchio "PHOENIX", probabilmente americano, non ulteriormente identificato, anni 1848-1856 circa.
PLUMBE-1       
Plumbe, variant 1.
John Plumbe Jr.
Fu dagherrotipista dal 1840 a Boston. In seguito estese l'attività fino a gestire diversi stabilimenti fotografici nelle maggiori metropoli statunitensi del tempo. Il punzone appare relativo agli anni immediatamente successivi al 1845. Plumbe si suicidò nel 1857 a causa dei dissesti finanziari legati alla frustrazione del suo grande sogno di realizzare una ferrovia transcontinentale dall'Atlantico al Pacifico.
PLUMBE-2       
Plumbe, variant 2.
 
Variante del precedente, probabilmente ante 1845.
POIRIER       
Poirier.
ÉTABLISSEMENT POIRIER
ÉTABLISSEMENT POIRIER, Place de la Comédie, 3, en face le Grand-Théâtre. Portraits au Daguerreotype sur plaque. Photographie sur papier. Leçons sur tous les procédeés. Attivo in Bordeaux circa negli anni tra il 1850 e 1860.
RICHEBOURG       
Richebourg.
Pierre Ambroise Richebourg.
Pierre Ambroise Richebourg (Parigi 1810-1872) fu illustre dagherrotipista parigino. Il punzone positivo lineare è molto esteso ed occupa l'intero margine superiore di una piastra da ¼ di lastra ; qui è rappresentato spezzato per esigenze grafiche di impaginazione. L'indicazione di massa è impressa separatamente e precede la scritta: "Daguerreotype Richebourg a Paris Quai de l'Horloge 69". L'indirizzo è quello dell'atelier di Charles Chevalier, ottico amico di Daguerre. Richebourg, ingegnere ed ottico presso Chevalier per una decina d'anni, aveva una preparazione scientifica di ottimo livello. La passione per la ricerca e la sperimentazione lo portarono a praticare la dagherrotipia fino dal suo primissimo apparire. Realizzò ritratti fin dal 1839. Nel 1843 pubblicò un manuale tecnico di dagherrotipia. Eseguì numerosi dagherrotipi di grande dimensione destinati a servire da modello per le incisioni. Fu apprezzato fotografo delle maggiori personalità del tempo.
ROOSTER       
Rooster.
Galletto rampante inscritto in ovale verticale.
Punzone di area europea, anni intorno al 1850.
ROUSSEAU       
Rousseau.
 
Marchio "J. ROUSSEAU & C°", non ulteriormente identificato.
S&FENG  (Rinhart n.45)       
S & F Engraved.
S & F, punzone positivo diretto.
Produttore probabilmente americano non ulteriormente identificato, 1850-57 circa. Qui accanto è riprodotto un esempio di punzone incompleto.
SBDPFL       
S, B, Dotted, Plus, Flourished
S e B, puntati, segno più, arabescato.
Punzone rilevato in area americana, probabilmente successivo al 1850 c.a.
SBLETE       
S B Letters.
S B, punzone positivo diretto.
Produttore di area probabilmente americana non ulteriormente identificato, di epoca precedente il 1850.
SCHNEIDER       
Schneider.
Fr. Schneider. Linkstr. 9. Berlin.
Produttore di lastre in Berlino. Anni precedenti il 1850.
SCOVILL  (Rinhart n.46c)       
Scovill.
Scovill MFG C°. extra.
Punzonatura Scovill impressa sulle lastre prodotte dopo il 1850.
SCOVILLS-1  (Rinhart n.46a)       
Scovills, variant 1.
Marchio "SCOVILLS".
Fu il produttore americano più importante, insieme ad Anthony, durante tutto il periodo della dagherrotipia. Questo punzone venne utilizato per marcare le lastre prodotte negli anni iniziali della produzione. Sono state osservate incisioni prive della
SCOVILLS-2  (Rinhart n.46b)       
Scovills, variant 2.
Scovills n°2.
Punzonatura per le lastre più commerciali, 1841-1846 circa. Le lastre punzonate come "SCOVILLS" risalgono agli anni tra il 1840 ed il 1850, periodo durante il quale William & Lamson Scovill contrassegnarono le loro lastre usando la forma del genitivo sassone "Scovills". La Scovill iniziò la sua attività a Waterbury, Connecticut, nel 1802. Nei primi anni l'azienda si dedicò alla produzione di bottoni in ottone. alla fine del 1839, J.M.L. Scovill e W.H. Scovill, iniziarono la prima produzione di lastre argentate degli Stati Uniti. La Scovill era allora già ben affermata nella produzione di bottoni in ottone, dorati, ed altri accessori in rame. Possedeva quindi tutte le capacità produttive per iniziare immediatamente la fabbricazione della lastre per dagherrotipia. J.M.L. Scovill, nel dicembre 1839, affermò: "I Francesi sostengono che le lastre non possono essere fabbricate qui e progettano di fare fortuna esportandole dalla Francia... Cercheremo di deluderli". Nel corso del 1840 Scovill riuscì a fabbricare lastre della medesima qualità di quelle che arrivavano da Parigi.
SPIRO       
Spiro.
 
Fabricante di piastre in Amburgo. Anni precedenti il 1850. Hamburg, lastre con diffusione limitata al Centro Europa.
STARS3       
Stars 3.
Marchio tre stelle in punzonatura positiva diretta.
Area di produzione americana.
TVIOLG       
T Violin G.
Marchio con lettere T e G separate da figura di violino. Doublé.
Area Europa Orientale, forse Mosca.Thanks to Bálint Flesch.
VAILLAT-1       
Vaillat, variant 1.
 
Variante 1 del punzone Vaillat, dagherrotipista Francese.
VAILLAT-2       
Vaillat, variant 2.
Variante 2 del punzone Vaillat.
Eduard Vaillat, ottico e dagherrotipista, nel 1845 aprì un atelier di successo in Palais Royal n.43, Galerie Montpensier, a Parigi. Espose nelle mostre dei prodotti industriali del 1844 e 1849. Léon de Laborde segnalò nel 1849 che Vaillat formava un gran numero di allievi nell'arte fotografica. Operò almeno fino al 1855, anno nel quale Ernest Lancan scrisse su "Esquisses photographiques": "... tiene degnamente posto tra i primi di massimo rango. Le sue placche hanno il vigore di tono e la brillantezza che le distinguono tra le migliori.". Fu membro fondatore della Société Française de Photographie nel 1854 (insieme a O. Aguado, Hippolyte Bayard, E. Durieu, J.-B. Gros, Gustave Le Gray, H.-V. Régnault e altri).
WCROHI       
W Crown Hexagon Inscribed.
W coronata inscritta in esagono.
Punzone osservato su lastre di provenienza Nord Europa.
WHHDIE  (Rinhart n.49)       
WHH Dotted Inscribed.
W.H.H. puntato inscritto in rettangolo con angoli smussati.
Marchio "W.H.H." forse americano, anni 1848-1853 circa.
WHITE1  (Rinhart n.13)       
White n.1.
E.WHITE MAKER N.Y. / FINEST QUALITY A.N.°1
Edward White fu dagherrotipista e produttore di lastre attivo in New York negli anni tra il 1842 ed il 1850 circa. Il marchio è costituito da due punzoni separati, allineati sul margine. Le sue piastre furono spesso considerate come le migliori prodotte negli Stati Uniti. Egli operò anche come fotografo con studi a New York ed a New Orleans. Accanto all'attività di dagherrotipista, si dedicò fin dall'inizio alla produzione di astucci e lastre.
WRMANP  (Rinhart n.20b)       
Wreath Man Portrait.
Ghirlanda con doppio ovale e busto maschile inscritto.
Marcatura "Ghirlanda" di produttore non ulteriormente identificato, presente su lastre del periodo 1855-1861 circa.
XAVIER       
Paul Xavier.
 
Dagherrotipista di area parigina. Autore di "Méthode simplifiée rendant facile l'usage du daguerréotype", impr. de Desrues, Melun, 1844, 15 pages. Thanks to Bálint Flesch.
ZOA  (Rinhart n.50)       
Zoa.
 
Marchio di produttore di lastre francese non ulteriormente identificato. Presente su lastre prodotte intorno all'anno 1850.

 

© 2015 by Gabriele Chiesa & Gianpaolo Gosio.

Licenza Creative Commons
Questo articolo è distribuito con Licenza
Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Approfondimenti su questo argomento si possono trovare su “Dagherrotipia, Ambrotipia, Ferrotipia. Positivi unici e processi antichi nel ritratto fotografico” nei vari capitoli dedicati al processo.

Il libro è disponibile anche in versione digitale su Google Play
[clicca qui].

The book is also available in digital version at Google Play
[click here]
. Sorry: only in Italian language.

Go to top